Verniciatura a polvere: Italbacolor supera il test AAMA

Dopo aver confermato il marchio Qualanod sull’alluminio anodizzato, Italbacolor supera anche i test per ottenere il certificato AAMA, a riprova che la qualità e l’efficienza nel settore della verniciatura degli infissi in alluminio, sono un valore costante e presente nell’azienda calabrese.

Un’ulteriore certificazione ottenuta contestualmente è quella della AkzoNobel. L’obiettivo è stato quello di superare i test di nebbia salina con acido acetico, di umidità e della pressione. Naturalmente, tutti i test sono stati ampiamente superati.

Grazie alla continua ricerca e alla propensione allo sviluppo, i laboratori si muovono in ottemperanza alle norme relative agli infissi certificati. Per questo motivo, il superamento dei test è una garanzia dell’ottimo lavoro svolto fino ad oggi.

La certificazione AAMA

L’AAMA – American Architectural Manufacturers Association è un’associazione statunitense attiva dal 1936. Da allora ha come mission la promozione e il sostenimento di coloro i quali lavorano nel settore della produzione e commercializzazione di porte e finestre. Per questo motivo, ha redatto degli standard di qualità in base ai quali, se rispettati, viene rilasciato un certificato. L’AAMA si occupa, inoltre, di far rispettare i requisiti prestazionali di porte e finestre e lo fa attraverso un serie di test specifici su campioni di prodotto venduti da chi richiede la certificazione.

Italbacolor supera i test AAMA e viene annoverata da PPG Architectural Metal Coatings tra i suoi applicatori ufficiali europei.

La certificazione AkzoNobel

AkzoNobel è una grande multinazionale presente in 80 paesi in tutto il mondo. Rappresenta uno dei migliori esponenti mondiali nel settore delle verniciature durevoli ed ecosostenibili. Infatti, tra i valori fondativi di AkzoNobel spicca il profondo rispetto per l’ambiente e la visione longeva delle soluzioni che offre. “Dare oggi le risposte di domani” è il motto che guida e accompagna l’operato di questo gruppo a sostegno delle future generazioni.

Per questo motivo, AkzoNobel produce le migliori colorazioni chimiche di elevata innovazione tecnologica. Inoltre, rilascia certificazioni per attestare la qualità delle vernici in polvere e di quelle decorative. Pertanto, si avvale di rivestimenti e vernici Interpon D1000, D2000 e D3000. Ognuna di esse è rivolta a specifici progetti nell’ambito dell’edilizia. Ad esempio, D1000 è garanzia della qualità delle vernici in quanto a resistenza del colore e brillantezza.

Due test sulla verniciatura dell’ alluminio

In questo caso sono stati svolti due prove: il test dell’acqua bollente e il test di ispezione salina. L’obiettivo di queste analisi è quello di rilevare eventuali anomalie e difetti sul campione testato.

In particolare, la procedura del test dell’acqua bollente comporta l’immersione del campione in acqua deionizzata. Il test, quindi, prevede che un campione di prodotto venga immerso per 20 minuti in acqua bollente. Successivamente, vengono praticati dei tagli sui quali viene applicato un nastro Permacell 99. Quindi, il film viene fatto aderire, per evitare che si formino vuoti d’aria. Infine, viene strappato dalla superficie del campione, per verificare se la vernice sull’infisso mostri vesciche o altre irregolarità.

Per quanto riguarda il test dell’ispezione salina, invece, si tratta di prove di nebbia adottate per verificare la resistenza del prodotto. I serramenti in alluminio, infatti, sono esposti alle intemperie e alla corrosione. Pertanto, è necessario effettuare dei test per verificare che siano conformi agli standard di qualità e resistenti nel tempo. Il test dell’ispezione salina consiste nell’inserire il campione in una camera che ricrea artificialmente le condizioni atmosferiche esterne. Il profilo viene quindi esposto a temperature calde e umide e soluzioni saline (la nebbia salata). In questo modo, si accelera il processo di invecchiamento e deterioramento del profilo in alluminio, per capire il suo grado di resistenza.

Verniciatura a poro aperto

Italbacolor è specializzata nella verniciatura a polvere degli infissi in alluminio, un’operazione che viene effettuata per un duplice motivo. Il primo è senza dubbio l’estetica: diamo sempre particolare attenzione agli elementi d’arredo della nostra casa e la verniciatura assicura infinite sfumature di colori. Il secondo motivo è la durata nel tempo. L’alluminio dei serramenti esterni, infatti, è sottoposto agli agenti atmosferici, sole, salsedine, pioggia e altre intemperie, e quindi, al deterioramento.

Per rispondere a entrambi questi requisiti, la sola verniciatura non è sufficiente. La verniciatura, infatti, è la fase finale di un processo di trattamento dell’alluminio chiamata “verniciatura a poro aperto” che ha inizio con l’anodizzazione. Il materiale viene sottoposto prima di tutto a un pretrattamento che consiste nel pulire al meglio il metallo producendo un asporto minimo superficiale di oltre 2gr per mq.

Al termine di questo processo si forma uno strato anodico grazie al quale i successivi strati di vernice si fisseranno al meglio sul metallo.  Questo processo garantirà una maggiore resistenza agli agenti atmosferici e alla corrosione.

La verniciatura a polvere

L’alluminio verniciato a polvere comporta notevoli vantaggi in termini di varietà di applicazione.

Il trattamento di verniciatura sull’alluminio consente di spaziare senza vincoli e liberare ogni fantasia produttiva, grazie alla possibilità di utilizzare una varietà illimitata di varianti cromatiche ed effetti originali, ideali per conferire un tocco di eleganza, unicità, raffinatezza e distinzione ad ogni prodotto.

Come funziona?

Dunque, il trattamento della verniciatura a polvere implica un primo passaggio in cui si sgrassa l’alluminio. Una volta pulita la superficie, si spruzza il colore su tutto il profilo. Infine, si applica una carica statica sul colore, in modo tale che i pigmenti aderiscano perfettamente alla superficie. Alla fine, il profilo viene introdotto in appositi forni a 200° dove la vernice si polimerizza.

Tutti i processi vengono realizzati seguendo gli standard Qualicoat/Seaside e da oggi anche quelli regolamentati dall’associazione statunitense AAMA. Infatti, la multinazionale PPG Architectural Metal Coatings annovera Italbacolor tra i suoi applicatori ufficiali europei.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here