Vernici naturali

pitture_naturali_bimbiRicerche recenti hanno rivelato che l’inquinamento “casalingo” è spesso superiore rispetto a quello esterno, di ben 8 volte e la causa dipende dalle vernici, detergenti, indumenti, colle e sostanze volatili che girano per casa perché pochi utilizzano vernici naturali così come detergenti ecc.

Componenti delle pitture e delle vernici

In base a queste ricerche emerge che i materiali da costruzione e di arredo costituiscono quasi il 50% degli agenti inquinanti presenti all’interno delle mura domestiche e che causano inquinamento.  L’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) ha, persino, stilato una sorta di vademecum sulle precauzioni da adottare nell’impiego di prodotti “convenzionali” di origine petrolchimica.

Le vernici convenzionali  sono composte da solventi, pigmenti, cariche, leganti e coadiuvanti, che possono essere di origine sintetica o naturale. La dicitura in etichetta “vernice biologica” non è garanzia di impiego di sostanze naturali e rispettose dell’ambiente. Piombo e arsenico sono le principali componenti delle vernici e sono materiali fortemente dannosi per la salute e per l’ambiente. Gli agenti volatili sono particolarmente pericolosi per gli addetti alle lavorazione delle vernici stesse: il 40% del peso di una vernice evapora proprio per effetto dei soventi volatili che sono tossici.

I leganti artificiali, resine e colle rappresentano un pericolo per la salute perché evaporano lentamente dopo la produzione anche durante le fasi successive di impiego dall’applicazione alla polimerizzazione sulle pareti. I leganti, invece, lasciano un film sottile e resistente sulla superficie su cui si applicano. Questo tipo di pittura non è traspirante come le vernici naturali e si sfoglia dopo qualche anno. Alcuni esempi di queste sostanze sono: il cloruro di vinile, i siliconi e l’urea-fenolo-formaldeide.

Caratteristiche vernici naturali

Le vernici naturali, per essere tali, devono riportare in etichetta la dicitura “A basso contenuto di CVO” o “senza CVO”, cioè Componenti Volatili Organici i responsabili del forte odore che provoca mal di testa.e non solo. L’esposizione prolungata ai vapori dei CVO possono provocare danni al fegato e al sistema nervoso centrale.

I pigmenti delle vernici tradizionali sono sintetici e possono provocare allergie; nelle vernici naturali i pigmenti devono provenire da prodotti naturali come l’argilla. Tra questi ultimi, consigliate ci sono le pitture ad acqua che non necessitano di diluenti o solventi o le vernici a base di proteine del latte. Queste vernici risultano lavabili anche con prodotti ecologici, utilizzati dalle cooperative di pulizia e presenti nel mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here