Vengono dallo spazio i nuovi materiali isolanti

Materiali-isolantiIn Veneto Nanotech sono in corso importanti studi sull’individuazione e realizzazione di schiume polimeriche ad elevate performance. In particolare l’obiettivo è quello di ottenere schiume a bassa densità ma con performance di isolamento termico e proprietà meccaniche sostenuti, oltre a proprietà di resistenza al fuoco e a carichi termici importanti.
Veneto Nanotech è impegnato su vari progetti che riguardano l’utilizzo delle schiume polimeriche nei settori dell’edilizia, frigoria, trasporto intermodale, living, aerospazio.
In particolare per quest’ultimo settore si sta concludendo un importante progetto TRP (Technology Research Programme) con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e in collaborazione con l’azienda ALTA di Pisa, il quale prevede l’individuazione del miglior materiale isolante per l’isolamento del serbatoio criogenico dell’idrogeno liquido (gas propellente) nei lanciatori ESA di nuova generazione. Durante il Convegno NanotechItaly2014 è stato presentato da Marco Scatto, senior Researcher di Veneto Nanotech, parte del progetto, il quale permette di mettere in luce i migliori materiali isolanti che permetteranno di implementare notevolmente l’efficienza energetica dei serbatoi di contenimento di gas propellente. Durante tale progetto sono state svolte notevoli caratterizzazioni anche in condizioni severe utilizzando sia facility di Veneto Nanotech, sia di ALTA, tali da simulare le condizioni di lancio, stazionamento in orbita e rientro. Chiaramente gli studi svolti nel settore aerospaziale per quanto concerne l’isolamento termico possono avere importanti ricadute anche in altri settori per esempio portando alla scelta di materiali isolanti a spessore sempre più ridotto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here