Guide

Tecnologie innovative e riduzione dell’impatto ambientale nel settore galvanico

Il settore galvanico è costituito da un insieme di imprese che effettuano trattamenti superficiali su componenti o prodotti di terzi o propri, mediante l’applicazione di una serie di processi chimici o elettrochimici. Il numero e la varietà di tali processi è elevatissimo, così come è varia la tipologia di materiali trattati. Ancora più vari sono i settori per i quali le aziende galvaniche lavorano: questi spaziano dall’automotive al settore aerospaziale, biomedicale, fino alle macchine e all’elettronica. Benché concentrate prevalentemente in Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia–Romagna, il settore conta un numero molto elevato di aziende in tutta Italia, prevalentemente micro o piccole imprese con una media, a livello nazionale, di poco più di 8 dipendenti per unità locale. Queste si trovano a dover affrontare normative ambientali e di sicurezza tra le più complesse, gravose e ostiche, da un punto di vista burocratico oltre che operativo: queste sono legislazioni comunemente affrontate, con ben altre risorse economiche, gestionali e di personale, da aziende molto più grandi e strutturate.

La rassegna “Tecnologie innovative e riduzione dell’impatto ambientale nel settore galvanico”  realizzata da Aster in collaborazione con Assogalvanica nell’ambito del Progetto Euresp+, vuole essere una sorta di pro-memoria o compendio per imprenditori, sia per quanto riguarda la principale normativa di settore, sia per ciò che concerne alcune tecnologie in grado di ridurre gli impatti ambientali delle imprese, migliorandone il bilancio ecologico, di sicurezza e anche economico.

L’obiettivo è una veloce lettura che possa dare idee e nuovi spunti o possa insinuare dubbi sulla conformità legislativa aziendale. Di fatto la varietà dei processi, la complessità e l’evoluzione della tecnologia e della legislazione ambientale non permettono molto di più; saranno poi altri testi specialistici o i fornitori delle tecnologie o i consulenti/tecnici ambientali a permettere di mettere in pratica idee e risolvere i dubbi in modo maggiormente definito.

ASTER è la Società consortile tra la Regione Emilia-Romagna, le Università, il CNR e l’ENEA, le Associazioni di categoria e Unioncamere che promuove l’innovazione del sistema produttivo, la collaborazione tra ricerca e impresa, lo sviluppo di strutture e servizi per la ricerca industriale e strategica e la valorizzazione del capitale umano impegnato in questi ambiti.
In qualità di partner del consorzio Simpler (Support Services to Improve Innovation and Competitiveness of business) operante in Emilia-Romagna e Lombardia, fa parte dell’ Enterprise Europe Network, la più grande rete europea a sostegno delle piccole e medie imprese.
L’Enterprise Europe Network è uno strumento chiave dell’Unione europea per promuovere la competitività, la crescita e lo sviluppo delle Piccole e Medie Imprese e supportarne il processo di internazionalizzazione attraverso l’innovazione e il trasferimento tecnologico.
Euresp+ (EUropean Regional Environmental Services Platform Plus) è la Piattaforma europea per i servizi ambientali che ha l’obiettivo di condividere e facilitare il trasferimento di conoscenze in campo ambientale verso le PMI. Nasce nell’ambito della Enterprise Europe Network ed è attiva in 7 regioni europee: Emilia- Romagna (Italia), Cantabria (Spagna), Baden Wuerttemberg (Germania), Polonia, Eastern Slovakia (Slovacchia), Estonia, Bulgaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here