Poliefun, associazione per il Trattamento delle Superfici

Parafrasando quanto diceva Paul Tillich, filosofo del XIX secolo, la superficie è il luogo obbligato per acquisire la conoscenza. Nessuno di noi forse lo avverte, ma il nostro rapporto con la realtà avviene attraverso il contatto tra due superfici, ciascuna con le sue proprietà, e, soprattutto, attraverso le molte forze di bassa entità che al contatto si manifestano. Sono le forze interfacciali di Keesom, di Debye, di London, in sintesi le forze di Van der Waals. Ogni interfaccia dunque è quel luogo ideale in cui si esplica la relazione tra due fasi e che noi obbligatoriamente usiamo per conoscere.

Oggi ci si è resi conto dell’importanza di una conoscenza approfondita delle proprietà di superficie e di una gestione mirata delle stesse al fine di ottenere un controllo ulteriore sulla realtà. La chimica e la fisica hanno gettato le basi cognitive su cui molta ricerca applicata si svolge e molte produzioni industriali nei settori più diversi trovano ragione della loro realizzazione. Migliaia di esempi si possono addurre a sostegno delle affermazioni precedenti per i materiali più diversi.
I settori industriali coinvolti e che possono sviluppare nuovi prodotti vanno dal tessile all’arredo, dall’elettrodomestico all’auto, dall’idrosanitario al sanitario, dalla chimica al farmaceutico, dall’aereonautico al meccanico, dall’energia all’elettricità, all’informatica, ai trasporti. In ogni settore c’è sempre un ciclo di trattamento superficiale con impianti di lavaggio, pallinatura, granigliatura, sbavatura, finitura e per finire con processi e impianti di verniciatura nei suoi innumerevoli aspetti.

Poliefun è l’Associazione che raccoglie le aziende del settore del Trattamento delle Superfici e il mondo universitario, promuovendo lo sviluppo della cultura d’impresa, la ricerca consapevole e l’innovazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here