Nutraceutica e Nanotecnologie, i nuovi confini per gli alimenti funzionali

I relatori del primo WS nazionale svoltosi ieri nel laboratorio di Rovigo (fonte Stampi News)
I relatori del primo WS nazionale svoltosi ieri nel laboratorio di Rovigo
(fonte Stampi News)

Si è svolto presso il laboratorio ECSIN di Rovigo il primo workshop su “Nutraceutica e Nanotecnologie”.

L’iniziativa, rivolta alle aziende del settore, è nata per sostenere le promettenti applicazioni dell’uso dei nanomateriali nei prodotti nutraceutici, che stanno trovando sempre più riscontro nel mercato globale poiché possono contribuire a migliorare le proprietà benefiche di alcuni prodotti alimentari sulla salute umana.

I temi presentati dai ricercatori di Veneto Nanotech hanno riguardato le potenzialità delle nanotecnologie in nutraceutica, il complesso stato dell’arte degli aspetti normativi che disciplinano questo settore emergente, l’approccio suggerito dall’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare per la valutazione dei potenziali rischi derivanti dall’utilizzo di nanomateriali nei cibi ed i metodi e modelli sperimentali che vengono adottati nel laboratorio ECSIN per studiare l’efficacia e la sicurezza di nuovi prodotti e formulazioni nutraceutiche.

Particolare attenzione è stata riservata alla presentazione di un modello sperimentale in vitro del processo digestivo, messo a punto nel laboratorio ECSIN, con il quale è possibile simulare i processi di trasformazione dei nanomateriali a seguito del contatto con i fluidi digestivi, ed il loro impatto sulle cellule dell’apparato digerente.

L’applicazione del modello a nuovi ingredienti e formulazioni in scala nanometrica, che consente di indagarne il comportamento dopo l’ingestione da parte dell’uomo e valutare la capacità di rilasciare il principio attivo e l’efficacia, rappresenta un utile strumento di screening a sostegno dello sviluppo sostenibile di nuovi prodotti commerciali.

Grande soddisfazione è stata espressa dai partecipanti, provenienti da varie parti d’Italia, che hanno anche potuto visitare il laboratorio, fiore all’occhiello del sistema della ricerca del Veneto, dove le sfide poste per l’applicazione delle nanotecnologie in ambito nutraceutico vengono affrontate quotidianamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here