Nuove superfici idrorepellenti al 100%

images (1)Una qualunque superficie può essere resa super-repellente ad acqua e olio grazie a una tecnica molto semplice: produrre una serie di incisioni a livello microscopico. È la conclusione cui è giunto un team di ricercatori dell’Università della California a Los Angeles. Per ottenere le qualità di idrorepellenza e oleorepellenza richieste in molti ambiti industriali si sono percorse due vie: il rivestimento del materiale di interesse con uno strato plastico oppure l’imitazione di superfi ci naturali con queste specifiche, come le ali degli insetti o i petali dei fiori di loto. Il team californiano ha invece adottato un approccio diverso: un’idrorepellenza di natura meccanica. I ricercatori hanno inciso una superficie di silice fino a ottenere una sorta di “letto di chiodi”, ciascuno dei quali aveva un diametro di 20 micrometri. Hanno poi sfrangiato la testa di ciascun chiodo fino a farla somigliare al tetto di un ombrellone di paglia, ottenendo una struttura di 1,5 micrometri di lunghezza e di 0,3 micrometri di diametro. Nei test queste strutture hanno mostrato una proprietà di super-repellenza non solo per olio e acqua, ma anche per i solventi flurionati, che sono in grado di bagnare qualunque superficie. Il risultato può essere ripetuto con metalli e materiali plastici. Le applicazioni all’orizzonte sono moltissime; l’unico inconveniente, risolvibile con l’economia di scala, è il costo di produzione per ora piuttosto elevato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here