Stampa 3D

Un progetto rivoluzionario per l’industria spaziale

2I componenti realizzati con la stampa 3D potrebbero rivoluzionare il settore spaziale, consentendo di realizzare praticamente qualsiasi tipologia di oggetto, ma non si sa ancora se questi componenti possano avere le caratteristiche necessarie per le missioni spaziali. Infatti la stampa 3D consente di realizzare pezzi estremamente complessi e rendendoli più leggeri possibile, ma c’è un problema: la stampa 3D realizza superfici più ruvide rispetto ai loro omologhi tradizionali. Un nuovo progetto l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) studierà le caratteristiche superficiali delle parti realizzate con stampa 3D per esaminare l’idoneità dei trattamenti superficiali standard già utilizzati per i tipici materiali satellitari come alluminio, titanio e acciaio inox. Saranno valutate diverse tecniche di produzione, tra cui la fusione tramite laser e fascio elettronico, insieme a trattamenti superficiali come sabbiatura, nichelatura e verniciatura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here