La soluzione al blistering nella rottura del ponte termico

nbp1Nella costruzione degli edifici, la posizione in una determinata zona climatica, l’orientamento della facciata e la superfi cie che occupano le finestre sono alcune delle variabili che determinano le caratteristiche dei materiali costruttivi dei serramenti. Le sempre maggiori prestazioni di isolamento termico richieste dal mercato della carpenteria metallica, fanno si che la presenza della rottura del ponte termico nei profi lati di alluminio sia sempre più diffusa.

La rottura del ponte termico si ottiene attraverso un profilo di poliammide collocato meccanicamente tra due dei profili di alluminio che costituiscono la finestra. L’incorporazione di questo profilo di poliammide viene effettuata, nella maggior parte dei casi, prima della verniciatura del profilo di alluminio nel quale esso viene integrato. In questi casi, il profilo di poliammide subisce gli stessi processi di trattamento e verniciatura del profilo metallico, fattore che causa una cattiva finitura nella zona del poliammide.
Sebbene le tipologie di difetti che si possono riscontrare possano essere diverse, in genere questa cattiva finitura è dovuta ad alcune bolle conosciute, anche come “blistering”, come si può osservare nella fig. 1. La maggiore o minore grandezza delle bolle è in relazione diretta con il grado di umidità della poliammide. Diversi studi di laboratorio hanno concluso che l’acqua presente nella poliammide, con l’evaporazione dovuta al calore della polimerizzazione, tira o solleva il rivestimento organico che si trova in fase di fusione e rimane così intrappolata, formando le bolle dell’effetto blistering.

Adapta ha sviluppato una nuova linea di rivestimento in polvere dal nome ADAPTA NBP (Non Blistering Poliamide) che minimizza questo difetto, consentendo all’umidità presente nella poliammide di essere liberata e, in questo modo, ottenendo una finitura uniforme, soprattutto nelle finiture testurizzate che, di solito, sono le più critiche (fig. 2).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here