La nichelatura chimica dell’ottone e i suoi benefici

Per mezzo del processo di nichelatura chimica è possibile effettuare la deposizione, su un manufatto di metallo, di uno strato di nichel che andrà ad aderire perfettamente al materiale sottostante diventando un tutt’uno con esso e conferendo al manufatto migliori proprietà in termini di resistenza alla corrosione e durata nel tempo.

Numerosi sono i metalli che possono beneficiare di questo trattamento, come ad esempio avviene nel caso dell’ottone. Questo materiale, lo ricordiamo, è una lega composta da rame e zinco che attualmente trova impiego in una gamma molto ampia di settori industriali: dalla produzione di componenti meccanici alle apparecchiature elettriche, dalle forniture termosanitarie ai complementi d’arredo e all’oggettistica per la casa, e molti altri ancora.

L’ottone tendenzialmente è caratterizzato da una buona resistenza nei confronti della corrosione, ma è possibile incrementare ancor di più questo parametro per mezzo della nichelatura di tipo chimico: il riporto di materiale depositato sulla superficie dell’oggetto consente di incrementare la durata della vita anche dei componenti che si trovano a “operare” nelle condizioni più difficili, ad esempio in ambienti dove sono presenti sostanze corrosive come la salsedine o composti chimici di varia natura.

fonte: https://www.nicasil.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here