Il WPMN dell’OECD

trf1Nell’ambito dei gruppi di lavoro dell’OECD Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Organisation for
Economic Co-operation and Development), gli aspetti ambientali e gli impatti sulla salute delle nanotecnologie
sono discussi nell’ambito del Working Party on Manufactured Nanomaterials (WPMN). Il progetto principale gestito dal WPMN è lo Sponsorship Program for the Testing of Manufactured Nanomaterials, nel quale gli stati membri ed altri Paesi non membri, unitamente a portatori di interesse non istituzionali, hanno testato gli effetti di 13 nanomateriali ingegnerizzati con rilevanza commerciale rispetto a 59 endpoint opportunamente selezionati.
Le informazioni sulle attività e sui risultati raggiunti dall’OECD nell’ambito della sicurezza ambientale e per la salute umana dei nanomateriali ingegnerizzati sono disponibili attraverso le pubblicazioni del WPMN, ad oggi 40.

Al recente meeting svoltosi a Berlino, per l’Italia era presente
l’ingegnere ambientale Simona Scalbi, ricercatrice dell’ENEA di Bologna ed esperta di Life Cycle Assessment. Il report  e’ scaricabile gratuitamente all’indirizzo http://www.oecd.org/italy/ unitamente alle presentazioni del simposio, raccolte negli annessi ENV/
JM/MONO(2014)1/ADD.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here