Expo 2015: parapetti italiani per il padiglione Azerbaijan

Azerbaijan_Padiglione_Simmetrico_03-1024x512Gonzato Contract, la divisione di Ind.i.a. spa dedicata alle forniture speciali, ha iniziato ieri l’installazione dei parapetti del Padiglione dell’Azerbaigian per Expo Milano 2015. Il contratto, siglato con la Simmetrico Srl di Milano, prevede la produzione ed installazione di tutti i parapetti del padiglione, sia interni che esterni. I parapetti saranno prodotti in acciaio, su disegno del committente, con pannelli di tamponamento a tondini e funi tensionate e corrimani personalizzati.
Gonzato Contract è lieta di fornire una soluzione efficace, ecologica ed economica, nel pieno rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri, che contribuirà a garantire un ambiente sicuro e piacevole per i visitatori del padiglione dell’Azerbaijan durante l’Esposizione Universale ospitata dall’Italia dal primo maggio al 31 ottobre 2015.
Tra i cantieri di prestigio in cui Gonzato Contract è attualmente impegnata, c’è anche quello del restauro del Colosseo a Roma. Il contratto di collaborazione riguarda la fornitura e posa in opera di 69 cancellate in ferro forgiato a chiusura dei fornici del I° ordine dell’anfiteatro.

Particolarità tecniche e produttive dei parapetti

I materiali e le tecnologie adottati per questi parapetti garantiranno ridotti costi di manutenzione, resistenza nel tempo e risparmio energetico. I parapetti interni saranno realizzati in acciaio verniciato color bronzo e seguiranno le linee curve degli spazi e delle scale all’interno delle biosfere che caratterizzano il padiglione. Il corrimano sarà in multistrato ligneo color ciliegio, rifinito con vernice intumescente; I piantoni a lame tagliate al laser e il tamponamento in funi d’acciaio verticali tensionate, con sistemi di aggancio a scomparsa. I parapetti esterni saranno realizzati in acciaio AISI 316 satinato con piantoni in doppio piatto binato. Si utilizzerà uno speciale corrimano con sistema di illuminazione a luce dimmerabile ed uniforme, il LED Railing System di IAM Design, studiato e disegnato nel rispetto delle normative di sicurezza sia da un punto di vista di posizionamento e di ergonomia dell’oggetto, sia da un punto di vista illuminotecnico. Il corrimano sarà installato fuori asse, verso l’interno per garantire una maggiore sicureza. I LED a luce bianca, posti all’interno del mancorrente, illumineranno il percorso conferendo un gradevole effetto che farà risaltare le forme della struttura sottostante, oltre a assicurare una sicura fruibilità della struttura anche nelle ore serali.

Il padiglione Azerbaigian, “Azerbaijan, Treasure of Biodiversity”

Il progetto del Padiglione dell’Azerbaigian “Azerbaijan, Treasure of Biodiversity” è realizzato da Simmetrico network, gruppo di creativi nato da un’idea di Daniele Zambelli nel 2007. Il Padiglione esprime la biodiversità paesaggistica e culturale del Paese, attraverso tre biosfere in vetro a doppia curvatura. Le pareti lignee ondulate preservano il microclima della struttura e ne abbattono il consumo energetico; abbracciano il padiglione ed evocano il vento, tipico del territorio azerbaigiano e simbolo dei flussi culturali e creativi che da sempre lo attraversano. La prima biosfera è quella delle vedutestorico-naturalistiche più suggestive del Paese, da sempre crocevia geografico e culturale; la seconda è quella dedicata alla biodiversità, in termini di multiformità, pluralità e ricchezza sia da un punto di vista naturale che antropologico; la terza è quella che richiama il rapporto tra innovazione e tradizione, estremamente vivo in Azerbaigian. Tutti i materiali e gli spazi sono stati studiati per rendere il padiglione riadattabile e funzionale anche nel tempo. Al termine dell’esposizione sarà infatti smontato e trasferito in Azerbaigian, nella capitale Baku, dove diventerà il centro dedicato alla biodiversità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here