Elettrolucidatura acciaio inox

Cosa si intende per elettrolucidatura dell’acciaio inox? Quando viene effettuata e a quale scopo?

Per elettrolucidatura si intende uno specifico processo elettrochimico volto all’eliminazione dello strato superficiale di un metallo, con lo scopo di ottenere un livellamento micro-variabile a seconda dei parametri di lavorazione impostati. Questa lucidatura anodica avviene per immersione, senza alterare le caratteristiche del materiale, ma togliendo ed eliminando eventuali segni superficiali dovuti all’imbutitura, alla sbavatura e a eventuali abrasioni.

Questo procedimento avviene mediante l’impiego di una specifica soluzione acida a base solforica e fosforica riscaldata mediante il passaggio di corrente continua. L’articolo trattato, considerato anodo, ovvero polo positivo, verrà collegato al catodo, ovvero il polo negativo, permettendo quindi alla soluzione di aderire alla perfezione al pezzo.

Elettrolucidatura acciaio inox: quali sono i vantaggi?

Mediante questo processo vengono asportati più velocemente nichel e ferro ed ogni eventuale residuo, lasciando la superficie ricca di cromo, migliorando di conseguenza la capacità passiva dell’acciaio inox.

I tempi di elettrolucidatura sono variabili a seconda del risultato estetico finale che si desidera ottenere, dello spessore e della grandezza dell’articolo.

vantaggi assicurati dall’elettrolucidatura includono:

  • Realizzazione di una passivazione superficiale che ne aumenta le caratteristiche di resistenza al processo corrosivo
  • Costituisce un trattamento di finitura e può evitare che sulla superficie dei pezzi compaiano bruciature
  • La superficie risulta priva di distorsioni
  • Miglioramento della conducibilità termica
  • Eliminazione dell’infragilimento da idrogeno.

Fonte: Ivo Galvanica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here