Effettuare verifiche di finitura superficiale a bordo di macchine di misura a coordinate

renishawRenishaw ha aggiunto un’opzione di  ispezione al rivoluzionario sistema di misura a 5 assi REVO®. Oggi, per la prima volta,la verifica di finitura superficiale può essere integrata nelle routine delle macchine di misura. Grazie a una capacità di misura compresa fra 6,3 e 0,05 Ra, la sonda SFP1 per la verifica di finitura superficiale fornisce un’esclusiva “piattaforma singola” che elimina la necessità di utilizzare sensori portatili o di spostare i pezzi su costose macchine dedicate. In questo modo si ottiene una significativa riduzione dei costi di manodopera e dei tempi di ispezione. Gli utilizzatori di macchine di misura possono ora passare automaticamente dalla scansione del pezzo alla misura della rugosità con la possibilità di inserire tutti i dati in un unico rapporto. SFP1 è un’opzione completamente integrabile nel sistema di misura a 5 assi REVO® e consente di usufruire di una serie di funzioni utilissime, in grado di aumentare sensibilmente la velocità e la flessibilità delle operazioni di ispezione. La sonda include un asse C che, unito alla funzione di posizionamento continuo della testa di misura REVO® e a una serie di supporti portastilo, consente l’orientamento automatico della punta della sonda, per un adattamento ottimale al pezzo. In tale modo i dati acquisiti sulla superficie risultano sempre di altissima qualità.

SFP1 è fornito con due portastilo dedicati: SFS-1 (stilo dritto) e SFS-2 (stilo a gomito), selezionabili direttamente dal programma di misura utilizzando il sistema a rack modulare MRS di REVO®. Una soluzione completamente automatica che garantisce la flessibilità di accesso ai vari elementi del componente e assicura al tempo stesso la riproducibilità dei risultati. Anche la calibrazione del sensore è automatica ed è eseguita all’interno di un programma software per macchine di misura. Si monta un campione per la calibrazione delle finiture sul rack MRS e lo si misura con la sonda SFP1. In questo modo il software può regolare i parametri della sonda in base al valore calibrato del manufatto. SFP1 è una sonda con stilo in diamante e punta di 2 µm di raggio. Produce dati grezzi oppure invia al client per applicazioni metrologiche i dati, in formato Ra o RMS, tramite il software UCCServer di Renishaw utilizzando il protocollo I++ DME. I dati grezzi possono essere successivamente trasmessi a pacchetti software specializzati per l’analisi delle superfici per ottenere rapporti più dettagliati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here