Dürr lancia una nuova generazione di robot per la verniciatura automatica

La mobilità è la sua forza: EcoRP E043i, il nuovo robot di verniciatura con cinematica 7 assi appartenente alla terza generazione di robot realizzati da Dürr. Non richiede più alcuna guida di movimentazione lineare, riducendo così notevolmente i costi di investimento e di manutenzione nella cabina di verniciatura. Con il sistema di controllo di nuova concezione EcoRCMP2, il robot di verniciatura è attrezzato per le sfide dell’industria 4.0.

 

I tradizionali robot di verniciatura a sei assi si muovono in parallelo rispetto alla scocca, su una guida di movimentazione installata nella parete della cabina. Con questa nuova generazione di robot, Dürr è andata oltre il “concept” tradizionale. “Il nuovo robot EcoRP E043i della nostra terza generazione di robot è provvisto di un settimo asse di rotazione. Ciò garantisce un notevole aumento della flessibilità e della mobilità”, spiega il Dr. Hans Schumacher, Presidente & CEO di Dürr Systems AG. Grazie al settimo asse, integrato direttamente nella catena cinematica del robot, si possono raggiungere meglio molte aree, soprattutto nell’ambito della verniciatura degli interni e si possono evitare collisioni con la scocca.

 

Poco ingombrante e di facile manutenzione

Nella maggior parte delle applicazioni “stop & go”, nonché nel funzionamento “tracking line”, è possibile rinunciare al complesso asse di spostamento attualmente in uso. “L’assenza dell’asse di spostamento comporta notevoli vantaggi per i nostri clienti in termini di costi di investimento e di sfruttamento dello spazio, in particolare nella conversione di impianti di verniciatura esistenti, ma anche relativamente ai costi operativi e di manutenzione successivi”, aggiunge il Dr. Schumacher. Il profilo esterno della nuova generazione di robot ha numerosi dettagli aggiuntivi che facilitano in particolare le attività di manutenzione e di riparazione. Il tempo richiesto per la sostituzione di componenti pneumatici, di comando o del sistema di alta tensione è stato ridotto fino al 50%. Ad esempio: il rivestimento esterno del robot è composto da pochi elementi di copertura, facilmente rimovibili. Le coperture di rivestimento dei robot sono inoltre dotate di speciali chiusure che consentono un accesso rapido alla tecnologia di applicazione integrata. Il dispositivo di cambio colore e la pompa di dosaggio sono collocati sul braccio del robot, facilitando pertanto tempi rapidi di cambio colore; in questo modo le perdite dei prodotti di applicazione e di lavaggio sono ridotte al minimo. Il passaggio delle tubazioni flessibili avviene all’interno del robot, rendendole di fatto invisibili e maggiormente protette.

Nuovo sistema di gestione e controllo del processo e delle movimentazioni robot

Oltre al robot a 7 assi che è estremamente mobile, sono state ulteriormente sviluppate anche le varianti a 6 assi, che possono essere utilizzate per la verniciatura oppure come apricofano. La nuova generazione di robot viene controllata dal nuovo sistema di processo e movimentazione EcoRCMP2, anch’esso di nuova concezione, ottimizzato per far sì che il robot si muova lungo la scocca su guide di verniciatura più uniformi e armoniche. Quadri di comando molto più piccoli con componenti modulari di controllo ed azionamento, motori di nuova concezione con una maggiore riserva di potenza ed un’interfaccia encoder digitale, nonché un sistema integrato di controllo delle sicurezze con monitoraggio della zona di lavoro e della velocità si basano sul “concept” della Smart Factory Dürr. La nuova piattaforma di gestione e controllo comunica sia con i numerosi sensori e attuatori del robot di verniciatura sia con i sistemi superiori di gestione delle attività manutentive e di comando centrale. Un’interfaccia integrata rende il robot “cloud ready”, mettendo a disposizione tutti i dati rilevanti per i requisiti attuali e futuri nell’ambito dell’Industria 4.0.

Novità a livello mondiale: Robot Scara con sistema di pulizia degli utensili

La nuova famiglia di prodotti viene completata da nuovi robot Scara (EcoRP L030i/L130i), utilizzati come apriporta con corsa dell’asse Z estesa. Una caratteristica unica è la loro testa orientabile con sistema di pulizia degli utensili. L’apriporta può essere fornito nella versione standard (fisso) oppure mobile, su guide compatte all’interno della cabina e con possibilità di posizionamento.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here