Cinquantesimo anniversario di Roberlo: passato, presente e futuro

Era impensabile, negli anni Settanta, immaginare che Roberlo si sarebbe trasformata in un gruppo di aziende internazionale attivo in vari settori, con una presenza commerciale in più di 100 paesi e di cui fanno parte più di 550 dipendenti. Sarebbe stata necessaria un’incalcolabile dose di ottimismo per immaginare un futuro così roseo.

Come succede alla maggioranza delle aziende, gli inizi sono stati umili però ricchi di speranza. Allora, la forza motrice di Roberlo era la passione che animava il sig. Llorenç Juher a costruire qualcosa di personale. Per raggiungere questo obiettivo, sono state necessarie molte ore di lavoro duro, molto duro per superare tutti gli ostacoli che si presentano a una piccola azienda. La chiave per superare tutti quegli ostacoli è stata la tenacia e l’essersi circondato di un team di persone che condivideva la sua stessa visione.

Il numero di persone che, nel corso della storia di Roberlo, sono state importanti e che hanno significato molto per questa organizzazione è molto grande. È straordinario che ci siano persone che sono rimaste legate al progetto fin dai suoi inizi e il cui impegno nel confronti dell’azienda continua ancora oggi immutato, quasi 50 anni dopo. Questa è una delle massime di Roberlo, poter contare su professionisti impegnati e motivati.

È sempre bello ricordare gli inizi dell’azienda per non dimenticare da dove veniamo, ma quello che più caratterizza Roberlo è il suo guardare sempre verso il futuro. C’è una frase che descrive alla perfezione i nostri valori aziendali. A pronunciarla è stato il canadese Wayane Gretzky, uno dei migliori giocatori di hockey di tutti i tempi: “Io pattino dove il disco sta per arrivare non dove è stato”. Tutte le persone che collaborano con Roberlo condividono questi valori: proattività, dinamismo e passione per quello che fanno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here