BIOCOPACPLUS: rivestimento sostenibile per il food packaging

biopocaplusIl contenuto diventa il contenitore. O almeno parte di esso: la cutina, un componente della pelle dei pomodori viene utilizzato come materiale di partenza di una bio-lacca per la protezione degli imballaggi metallici (gli stessi che possono anche contenere i pomodori) producendo effetti positivi sull’ambiente, sulla sicurezza alimentare e, da ultimo, sulla salute di lavoratori, consumatori e cittadini. L’idea progettuale nasce come risposta alla crescente preoccupazione sulle possibili contaminazioni del cibo da parte di sostanze rilasciate dai materiali che compongono il packaging e delle successive conseguenze sulla salute umana. La sicurezza degli imballaggi alimentari è al centro di un importante dibatto in Europa e la crescente pressione da parte dei consumatori sta influenzando sensibilmente le strategie industriali e la ricerca di prodotti e componenti da imballaggio bio-compatibili. L’urgenza di trovare nuove soluzioni si colloca in un mercato, quello degli imballaggi, in continua crescita di cui il settore del packaging alimentare costituisce il 65% del mercato totale, di questo, circa 19 milioni di tonnellate sono imballaggi metallici, per un valore economico di circa 8 milioni di Euro. Il progetto BiocopacPlus si sta sviluppando sulla base degli ottimi risultati ottenuti nel precedente progetto Biocopac, finanziato nell’ambito del Settimo Programma Quadro (FP7) della Commissione Europea, che ha dimostrato la possibilità di risolvere molte delle preoccupazioni legate agli imballaggi alimentari sviluppando una lacca di origine naturale, di tipo poliestere, per il rivestimento interno ed esterno delle lattine.

Leggi l’articolo sulla rivista

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here