A Verona si studiano le nanoparticelle luminescenti

bettinelliUn team di ricerca del dipartimento di Biotecnologie dell’Università di Verona guidato dal Professore Marco Bettinelli (nella foto), ha pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Physics Today uno studio che chiarisce le proprietà delle nanoparticelle luminescenti.

Realizzata in collaborazione con i colleghi dell’Università di Alveiro in Portogallo e dell’Università di Singapore, la ricerca ha riguardato nanoparticelle del diametro di un miliardesimo di metro che emettono luce: ha studiato in particolare il fenomeno chiamato “upconversion”, cioè il processo di conversione della luce da lunghezze d’onda molto grandi a lunghezze d’onda inferiori.

“Le nanoparticelle luminescenti – spiega Bettinelli – permettono di visualizzare con grande dettaglio strutture biologiche e non a livello microscopico senza l’uso di radiazione ionizzante, come nei raggi X, o di campi magnetici, come nella risonanza magnetica, ma usando la luce. Grazie alla ricerca in questo campo un domani potremo utilizzare questi materiali per applicazioni di imaging in vivo di cellule tumorali, per la terapia fotodinamica, per la produzione di banconote non falsificabili e per la misurazione della temperatura a livello microscopico”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here