2.650 vettori in policarbonato per padiglione Enel

390888_1Piuarch nel progettare il Padiglione Enel per Expo 2015 ha inteso esprimere il concetto di condivisione dell’energia in un tema architettonico con la creazione di un volume virtuale: un luogo, generato da una griglia sulla quale s’innestano 650 vettori di policarbonato. La distribuzione di questi elementi verticali, illuminati e in costante divenire, definisce il volume che ingloba al proprio interno una serie di altri volumi e corti verdi.
Affacciato sul decumano, il padiglione occupa una superficie di 900 mq. L’elemento base, sia concettuale che strutturale dello spazio è infatti costituito dalla griglia visibile a terra. E’ proprio la griglia che, attraverso una rete realizzata con elementi metallici contenenti la distribuzione dell’elettricità e il flusso dei dati, trasmettere l’idea di condivisione dell’energia. Questa rete si sviluppa a filo del pavimento e conferisce al sistema una geometria ondeggiante. Sulla rete s’innestano i vettori che rappresentano le terminazioni nervose del sistema. Realizzati con tubi in policarbonato trasparente del diametro di 150 mm e di altezze variabili tra 5,30 e 7 metri, i vettori generano un bosco virtuale illuminato attraverso una serie di lampade a Led collocate sulla griglia. Al centro del padiglione una Control Room rende visibile la necessità di un uso sostenibile e attento dell’energia.
La relazione con il pubblico attivata dai tubi non è solo legata al cambio continuo d’intensità luminosa e colore a seconda del numero delle persone, ma anche da un effetto di nebulizzazione diffusa e dalla produzione di suoni che verranno rielaborati continuamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here